Preparazione e Assunzione dei Fiori Himalayani

I Fiori Himalayani sono preparati come i Fiori di Bach, ma il metodo di assunzione è differente, in quanto il loro modo di agire è differente: essi sono stimolatori dei Chakra.

Anche se possono essere diluiti come i Fiori di Bach classici, è consigliabile assumerli puri, due gocce per volta sotto la linga, 5 volte al giorno, almeno 20 minuti prima o dopo l’ingestione di cibi solidi, senza toccare il contagocce con la bocca per non deteriorare il prodotto. La prima assunzione al mattino, l’ultima alla sera, le altre tre durante la giornata.

E’ possibile assumere i fiori più di 5 volte al giorno, ma dosi eccessive danno scompensi psicologici.

I Fiori non hanno controindicazioni, ma il rimedio sbagliato dà nervosismo ed irritabilità e soprattutto non serve.

Se entro una settimana non si avvertono effetti, è possibile assumere i fiori puri, una goccia per volta, alternando i rimedi: se abbiamo 5 fiori prenderemo una goccia del primo la mattina, una del secondo a metà mattina e così via fino al quinto alla sera. In caso di problemi occorre sospendere l’assunzione per 3 giorni e poi riprendere. Se i problemi dovessero persistere occorre tornare a fare una visita di controllo.

Normalmente dopo un certo periodo uno o più fiori avranno compiuto il loro lavoro e non serviranno più, mentre altri fiori diventeranno necessari. I tempi sono assolutamente soggettivi e possono andare da un minimo di una settimana ad alcuni mesi. E’ opportuno riverificare i fiori almeno una volta al mese.

Dopo un certo tempo una persona potrà non avere più necessità di assumere Fiori Himalayani: in questo caso sarà consigliato fare un controllo dopo un mese o due dalla sospensione.

Fiori Himalayani

Fiori Di Bach

 

e-mail

Tutti i testi e le immagini del presente sito sono soggetti a copyrigth e non possono essere copiati o utilizzati senza l'espresso consenso dei curatori e responsabili del sito. I termini guarigione e salute sono da intendere come benessere psicofisico, pace interiore, armonia, evoluzione. Leggi il DISCLAIMER